Amministrazione trasparente

Il Decreto Legislativo n. 33 del 14/3/2013 "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicazione, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" ha portato, da un lato, un riordino della normativa riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni e, dall’altro, ha introdotto nuovi obblighi.
Esercizio Raccordi Ferroviari di Porto Marghera S.p.a sta dando attuazione a quanto previsto dalla normativa al fine di garantire i principi di buona amministrazione e di trasparenza verso i propri utenti.
Nella presente sezione del sito sono pubblicati i dati e le informazioni secondo lo schema previsto e accessibili attraverso il menu’ sottostante.

ERF ha deciso di dare attuazione agli obblighi di pubblicazione previsti nell'allegato 1 delle Nuove Linee Guida dell’ANAC per l'attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle pubbliche amministrazioni e degli enti pubblici economici.

Per visionare il Codice etico adottato da Erf si veda l’apposita sotto sezione “Altri contenuti/ Prevenzione della corruzione”

  • Prevenzione della corruzione
  • Accesso Civico Semplice
  • Accesso Civico Generalizzato
    • Sezione in aggiornamento
  • Registro accessi
    • Al momento non sono pervenute richieste di accesso civico
  • Segnalazioni di illecito - whistleblower
    Per le segnalazioni di condotte illecite, reati o irregolarità di cui il dipendente e non (cd. whistleblower) sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro, sono disponibili le seguenti caselle di posta elettronica dedicate: trasparenza@erf-spa.it o odv231erf@gmail.com
    Le segnalazioni possono riguardare non solo i delitti di tipo corruttivo, ma anche le situazioni di “cattiva amministrazione”, nelle quali vanno comprese le situazioni nelle quali interessi privati condizionino impropriamente l’azione delle amministrazioni o degli enti, sia che tale condizionamento abbia avuto successo, sia nel caso in cui rimanga a livello di tentativo.
    Le segnalazioni vanno rivolte al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza (RPCT) o all’Organismo di Vigilanza (OdV) e non sostituiscono, laddove ne ricorrano i presupposti, quelle all’Autorità Giudiziaria.
    Entrambi i soggetti garantiscono la riservatezza dell’identità del segnalante.
    Oltre che per posta elettronica le segnalazioni possono essere effettuate anche tramite servizio postale all’attenzione dell’OdV, Avv. Maria Silvia Rettore, al seguente indirizzo: Studio Legale Associato Tosello & Parteners, Piazzale Stazione n.6 35131 Padova.
    L’O.d.V. prenderà in esame anche le segnalazioni anonime, soltanto se documentate adeguatamente, fondate su elementi di fatto precisi o rese con dovizie di particolari ed in grado di far emergere le situazioni denunciate. In caso contrario, le segnalazioni prive di tali requisiti saranno archiviate.